AGENZIA UBI JANNONE 11.02.2015 h:12.12

Mercoledì, Febbraio 11, 2015

"La Compagnia delle Opere ha svolto un ruolo determinante nell'organizzazione dell'assemblea di UBI Banca del 2013, raccogliendo deleghe e organizzando militarmente gli iscritti per ottenere le maggioranze assembleari volte a nominare gli attuali vertici. Ho denunciato alla Banca d'Italia, alla Consob e alla Guardia di Finanza la raccolta di deleghe, anche in bianco, e la scorretta gestione assembleare. Grazie al lavoro della Magistratura e della Guardia di Finanza ora emergerà, suffragata dalle due perquisizioni effettuate, la gravità dei comportamenti perpetrati e la natura associativa dei reati commessi. E' bene ricordare che il presidente della Compagnia delle Opere, all'epoca dei fatti, era Rossano Breno, che fu ricompensato con un posto nel consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Bergamo, il principale istituto del Gruppo UBI. Rossano Breno fu poi costretto a dimettersi in quanto indagato per corruzione".

Bergamo, 11.02.2015 ore:12.12
Giorgio Jannone